L’ 8 Marzo è la giornata internazionale della Donna. In tutto il mondo, infatti, si svolgono manifestazioni e festeggiamenti per ricordare le lotte sociali e politiche che le donne hanno affrontato per ottenere diritti che, per l’uomo, sono normali da sempre.

Tuttavia la mimosa, simbolo per eccellenza di questa festa, è un’usanza tutta italiana. Vi siete mai chiesti perché?

La mimosa ha vinto per le sue caratteristiche: diffusa nelle campagne, tenace, resistente come solo le donne sanno di essere; apparentemente fragile ma capace di sopravvivere e fiorire anche in condizioni difficili… una pianta che preannuncia l’arrivo della primavera e la vita che rinasce.

La mimosa: gradita da alcune donne per il suo profumo caratteristico e dolce, talvolta considerata regalo poco originale e scontato per altre, è un omaggio floreale che comunemente associamo a questa festa sottovalutandone invece i suoi innumerevoli benefici. L’ Acacia dealbata (mimosa) era considerata fin dall’antichità una pianta dalle molteplici proprietà curative e anti-infiammatorie: le foglie e la corteccia hanno un’azione simil-anestetica e riescono a ridurre il dolore a livello epidermico fino a tre ore dopo l’applicazione.

Nell’ antica Cina le foglie erano tradizionalmente utilizzate per preparare tisane antidolorifiche contro il mal di denti! Un fiore dunque dalle mille caratteristiche e proprietà che ben rappresenta l’universo femminile. Dallo Studio Dentistico Crisafulli il miglior augurio a tutte le Donne affinché il rispetto e l’ amore fioriscano sempre!